QUATTRO IDEE PER IL MARE SENZA MARE

pubblicato in: fuoriporta | 4

Una rubrica nuova di zecca, dedicata a chi ha una gran voglia di gite fuori città, ma rigorosamente a misura di bambino: “Fuoriporta”, a cura di Anna Lo Piano. Idee, spunti, suggerimenti, luoghi… e tanto altro!

La prima settimana di scuola è passata, del lavoro non ne parliamo. L’umore è cupo ma fuori il sole splende quasi tutti i giorni e la voglia di mare torna a farsi sentire prepotente. Anche se le temperature non sono abbastanza elevate da passare un’intera giornata sulla spiaggia, non è detto che non possiamo goderci almeno le ore più calde, e approfittare del tempo che ci rimane per visitare i dintorni.
Per questo oggi vi propongo quattro cose non “marine” da fare sul litorale pontino, sperimentate di persona e, ovviamente, adatte ai bambini.

Una passeggiata nel Parco Nazionale del Circeo
Se i più ardimentosi possono arrampicarsi sul promontorio del Circeo e godere dei panorami mozzafiato, chi preferisce ritmi più rilassati (o ha bambini piccoli) può percorrere i facili sentieri pianeggianti che partono dal Centro visitatori di Sabaudia o dalla Cerasella. Qui troverete anche un’area picnic e una piccola riserva per cinghiali e daini recuperati che di sicuro piacerà ai fan degli animali.
Il sito del Parco

Una visita al Museo di Piana delle Orme
Questo museo l’abbiamo scoperto in un giorno di pioggia mentre cercavamo attività alternative al mare e da allora lo consigliamo a tutti. Nato dalla collezione privata di un imprenditore floricolo della zona, il museo ricostruisce negli spazi immensi di alcuni hangar scene di vita quotidiana e percorsi storici legati alla bonifica pontina, (c’è anche una sezione dedicata ai giocattoli molto ricca e divertente) e alla seconda guerra mondiale. Il percorso “agricolo” da solo vale la pena ed è veramente adatto a tutti, ma se avete figli che hanno già cominciato a studiare storia (dagli 8-9 anni) vi consiglio anche quello sulla guerra. Intorno a museo c’è un’ampia zona verde attrezzata per i picnic, ma volendo (vogliate, ne vale la pena) si può mangiare al ristorante annesso: l’Eucalipto, che è buono ed economico.
Il sito del Museo

Un passaggio segreto in un castello medioevale
I castelli disegnati dai bambini sono cintati da mura possenti e torri merlate, esattamente Sermoneta. Questa cittadina medioevale, splendidamente conservata, è un vero gioiello. Il castello Caetani, che la sovrasta, prende il nome dalla famiglia che per secoli ha governato e dato l’impronta a tutta la zona, e ha un fascino spartano che incanterà tutti in famiglia, soprattutto al momento di percorrere un passaggio segreto tra i merli delle mura.
Sul sito del Comune trovate le indicazioni su orari ed aperture.

Fumetti sui muri a Sperlonga
Ho per Sperlonga una passione sviscerata. Mi piacciono le case bianche addossate l’una sull’altra, i passaggi coperti, l’atmosfera da suk raffinato. Ve la propongo come meta di fine giornata, magari per un aperitivo nella piazzetta mentre i pargoli scorazzano tranquilli intorno ai tavoli. E poi tutti per la vie del paese in una caccia al tesoro inusuale, alla ricerca delle storie dei saraceni dipinte sui muri in colori vivaci, come in un fumetto.

 

Fuoriporta è una rubrica a cura di Anna Lo Piano
_____________________________________
Anna Lo Piano vive a Roma da quando aveva quattro anni, e ancora oscilla tra la voglia di scappare e l’amore smisurato per questa città. Appassionata di viaggi e di storie, non fa nessuna distinzione tra le due cose. Scrive libri per bambini, articoli per il web, e ha due blog: piattinicinesi.com e lagomsciue.it

4 Risposte

  1. Bellissima questa rubrica!
    Non so da quale cominciare,
    ma i fumetti di Sperlonga mi hanno proprio incuriosita!
    grazie

  2. genitorinblujeans

    Che bello! ci saranno suggerimenti sui Castelli?

  3. Sperlonga è una delle mete che preferisco da sempre, anche se solo per una serata mi riporta alle atmosfere nordafricane che amo tanto.
    Certo che ci saranno mete ai Castelli! Anzi vado subito a preparare la prossima gita :)

  4. Bello! Aspetto aggiornamenti per “incrementare” le mie visite ai castelli nei dintoni di Roma…http://bimamma.blogspot.it/p/gite-roma-e-dintorni.html

Lascia una risposta a anna Annulla risposta

*