ROSSO POP

pubblicato in: teatri | 2


credits immagine: elisabetta melaranci e cristina giorgilli

Sabato 2 febbraio alle ore 17, al Teatro Verde va in scena ROSSO POP CAPPUCCETTO, della Compagnia Ditta GiocoFiaba di Milano.
Prima dello spettacolo, dalle ore 16, Letture ad alta Voce e musica.

Rosso Pop (Cappuccetto), scritto da Paolo Bignamini, è la prima tappa di un viaggio fiabesco attraverso i colori della bandiera italiana. Rivolto ai bambini a partire dai 4 anni, vede in scena un narratore e due, forse, attori impegnati a cercare l’uscita da quella che pare essere la pancia… del lupo! Ma perché si trovano li? Cosa è mai accaduto alla storia così come tutti la conosciamo? Un’avvincente rilettura pop e cantata della fiaba e del mondo del teatro!
Cappuccetto Rosso nella sua versione pop è una storia al contrario: o meglio, una storia che viene raccontata dal punto di vista di una protagonista che si ribella all’andamento prefissato dei fatti. Una Cappuccetto-contestatrice, che non vuole portare la merenda alla nonna, che non vuole attraversare il bosco, alla quale non sta bene che il lupo si mangi la nonna, non sta bene che si mangi anche lei… e che alla fine difende il povero lupo dai cacciatori. Una portabandiera di tutti i bambini del mondo: Cappuccetto Rosso “avanti pop”, immagine di un’infanzia in molte parti del mondo rubata, un’infanzia che ogni bambino deve avere il diritto di riprendersi e che tutti noi dobbiamo rivendicare per loro.

età consigliata: 4-10 anni
consigliata la prenotazione: 06.5882034
tecnica utilizzata: teatro d’attore

Vai alla scheda del Teatro Verde:

Teatro verde

2 Risposte

  1. cristina giorgilli

    Ciao,
    l’immagine di cappuccetto rosso seduta sul letto che parla col lupo è protetta da copyright, come segnalato in calce al mio blog. Le autrici (elisabetta melaranci e cristina giorgilli) non desiderano che venga utilizzata senza il loro espresso permesso. Sarebbe utile che venissero segnalati i crediti o rimossa l’immagine. Grazie
    cristina

  2. Abbiamo provveduto immediatamente a segnalare la provenienza dell’immagine.
    Ci scusiamo con le interessate per l’inconveniente.

    La redazione di romaperbambini

Lascia una risposta

*