PINOCCHIO, UNA MARIONETTA?

pubblicato in: teatri | 0

pinocchio - san carlino

Sono passati vent’anni da quando Pinocchio è divenuto bambino, ormai è diventato un ragazzo e come tutti ha lasciato il suo papà, cercato la sua strada in giro per il mondo. Ora è tornato a trovarlo ma come quando era un bambino, preso dalle mille sorprese che la vita riserva, non arriverà mai a fargli visita. Nel suo viaggio di piacere incontrerà però tutti i suoi compagni d’avventura, il grillo, il gatto e la volpe, la fata turchine e persino Mangiafuoco e con loro ricorderà i tempi andati mostrando in questo continuo susseguirsi di presente e passato di non essere mai cambiato. Tra bugie e verità, risate e pianti, perdono e rivendicazioni Pinocchio riracconterà la sua storia e alla fine esausto si addormenterà…che sia solo tutto un sogno?
Dal 17 marzo al 1° aprile al Teatro San Carlino va in scena uno spettacolo teatrale con musica dal vivo
ispirato al racconto di Carlo Collodi. Come da tradizione del teatro di Villa Borghese sul palcoscenico ci saranno attori, pupazzi e marionette e stavolta anche un pianoforte!
Lo spettacolo, ispirato al romanzo di Collodi, è un racconto nel racconto. Pinocchio, Geppetto, il Gatto e la Volpe, la Fata Turchina e il grillo si incontrano dopo vent’anni dalla trasformazione di Pinocchio in bambino vero e, raccontando se stessi, raccontano la storia del celebre burattino. Il tutto comincia con una disputa tra Geppetto e Mastro Ciliegia sulla vera natura dell’eroe del racconto: si tratta di un burattino o di una marionetta? Di un fantoccio o di un bambino? Una disputa che forse mai si risolverà. Passato e presente del vissuto di Pinocchio verrà narrato da attori e burattini, accompagnato da musica dal vivo suonata niente meno che da Mangiafuoco e alla fine tutti scopriranno di aver partecipato a un sogno: il sogno di Pinocchio che appena bambino fantastica già di diventare adulto. Lo spettacolo viene rappresentato da attori e burattni in un susseguirsi di scene che permettono sia aiI bambini che agli adulti di seguire lo spettacolo leggendone due racconti. Le scene con i burattini raccontano al passato le avventure più famose del romanzo originale, la nascita dal pezzo di legno, la disavventura nel teatro di Mangiafuoco, l’incontro con il gatto e la volpe e il ritrovamento di Geppetto nella pancia della balena, le scene con gli attori raccontano al presente la rielaborazione del romanzo, il punto di vista dell’autore, con i personaggi visti vent’anni dopo.

Teatro San Carlino
dal 17 marzo al 1° aprile
Il biglietto per i bambini fino a 14 anni costa 8,50 euro, per gli adulti 12
per prenotazioni online il link è questo

Vai alla scheda del Teatro:

Teatro San Carlino

Lascia una risposta

*