UN TRENO DI FILASTROCCHE

pubblicato in: teatri | 0

Cos’hanno da dire ancora, dopo 50 anni che sono state pubblicate per la prima volta, le filastrocche di Gianni Rodari? Cosa spinge gli editori a ripubblicarle di continuo? Cosa spinge noi, attori e musicisti, a riprenderle in mano per farne uno spettacolo?

Forse semplicemente il fatto che ai bambini piacciono. Ai bambini di oggi, intendo, non quelli degli anni 60 che nemmeno sospettavano che sarebbero esistiti computer e cellulari. Le leggono volentieri, le comprendono senza difficoltà, le imparano a memoria senza fatica. Ma com’è possibile che ai bambini di oggi piacciano cose scritte mezzo secolo fa? Perché sono semplici ma non banali. Perché lo stile di Rodari è immediato, concreto, divertente. Perché Rodari era avanti e tuttora, 30 anni dopo la sua morte, i suoi scritti risultano di una modernità sconcertante.

Sul palco si avvicendano 3 attori che interpretano 5 personaggi: Irene, il capotreno, una signora eccentrica che abita nel paese dei bugiardi (naturalmente ammalata di “bugiardite”) e la luna, che qui avrà le sembianze di una bambina-bambola con fare sognante e suadente.
Alcune filastrocche sono state musicate e verranno cantate dal vivo, alcune anche suonate dal vivo con chitarra e strumenti a percussione.

La scenografia è composta da un treno, sul quale (e intorno al quale) si svolgono tutte le scene. Il treno è il mezzo per viaggiare, per essere trasportati in altri luoghi, per conoscere persone e personaggi. In quanto scenografia il treno si trasforma: i sedili diventano letti e poltrone, i finestrini diventano davanzali, vetrate, vetrine e teatrini di burattini.
Lo spettacolo è fatto di parole semplici ma precise, di avventure fantasticamente reali, di musica e di colori, di tristezza e, soprattutto, di speranza, per ricordare sempre che “dopo la pioggia viene il sereno, brilla nel cielo l’arcobaleno”.

Dal 29 Febbraio al 3 Marzo 2012

orario degli spettacoli:
dal lun al ven ore 10.00 – sab e dom ore 17.00

tecnica utilizzata: teatro d’attore
durata: 60 minuti circa
età consigliata: 4-10 anni

TEATRO VERDE
Circonvallazione Gianicolense, 10

Lascia una risposta

*